top of page

Il tè nelle quattro stagioni 🍃

Aggiornamento: 6 mag 2023


PRIMAVERA: IL TÈ AI FIORI


Bere il tè ai fiori può aiutare a combattere la sonnolenza tipica del periodo. E' un tipo di tè fresco e molto fragrante. Secondo la medicina cinese, serve per eliminare il freddo che si è accumulato nel corpo durante l'inverno. Promuove lo sviluppo dell'energia yang. Risveglia tutti i sensi.



ESTATE: IL TE’ VERDE


In estate ci sono temperature molto alte e si suda molto. Ci si affatica facilmente, pertanto il tè verde è indicato per questa stagione, perché è un tè non fermentato che aiuta il corpo a rinfrescarsi, a togliere la sete; inoltre concilia la digestione ed è di aiuto nella cura dell'ulcera gastrica e di quella orale.



AUTUNNO: IL TE’ OOLONG


L'autunno ha un clima secco. La bocca e le labbra tendono a seccarsi. Secondo la medicina cinese, questi sintomi sono da collegare alla siccità stagionale. Il tè Oolong è un tipo di tè fermentato, ha un colore tra il verde e il rosso. Ha la fragranza del tè verde e la consistenza del tè nero. Non concilia né il calore né il freddo nel corpo: è una via di mezzo. Fa bene alla pelle e alla gola. Aiuta il corpo ad adattarsi ai cambiamenti dell'ambiente.



INVERNO: IL TE’ ROSSO


L'inverno è una stagione in cui la natura si addormenta e le funzioni del corpo diminuiscono. L'energia Yang rallenta. Secondo la medicina cinese, l'inverno è una stagione in cui il corpo sembra quasi chiudersi per difendersi. La cosa più importante è che il corpo sia caldo. Il tè nero, che in cinese in realtà si chiama tè rosso, serve proprio a questo. Riscalda il corpo ed è ricco di zuccheri e proteine. Aiuta contro il freddo, concilia la digestione ed elimina il senso di grasso che sentiamo in bocca dopo aver mangiato alcuni cibi.



33 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


Los comentarios se han desactivado.
bottom of page